Waffen SS in action - Prussia orientale inverno 1945

Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra
Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra

Waffen SS in action- Prussia orientale inverno 1945

Box art Ditta SOLDATI scala 1/35

 

Questa coppia di figurini in resina sono gli ultimi nati della ditta SOLDATI, scolpiti da Pizzichemi e dipinti dal sottoscritto per la box art. Rispetto alla produzione precedente i pezzi risultano piu' coerenti alla scala 1/35, come sempre ben scolpiti e per ogni figurino l'unico pezzo da incollare e' il braccio che impugna l'arma. I pezzi sono privi di imperfezioni e le poche sbavature si eliminano facilmente. Tra i due figurini , pensati in coppia, ma facilmente collocabili anche separatamente, il piu' originale e' sicuramente quello che indossa gli alti stivali invernali di feltro sopra la mimetica reversibile. Entrambi i soldatini hanno l'aspetto dei veterani, in pieno assetto di guerra con l'equipaggiamento classico al completo; rispetto ai due militi fascisti i volti, pur significativi, sono piu' rotondi e meno caratterizzati e, personalmente preferisco gli italiani a quest'ultimi. Ma e' questione di gusti!

Per la pittura dei volti rimando agli articoli precedenti anche se debbo dire che in quest' occasione invece di utilizzare le mie solite tinte, mi sono voluto affidare al set Andrea per dipingere i volti "Flesh Paint Set" che opportunamente adattato alle proprie esperienze, esigenze e gusti, ho trovato utile e ben assortito nelle sei tinte presentate. Inoltre la confezione propone, anche per i meno pratici, una semplice guida passo dopo passo, che sicuramente puo' aiutare neofiti e non per pianificare questa pittura, croce e delizia di ogni figurinista che sa, quanto dipenda la riuscita generale, da un volto ben realizzato ed espressivo.

Le giacche dei soldati, per differenziarsi sono state dipinte con due basi diverse, german field grey 830 per il soldato con gli stivali di feltro e german uniform 920 per l'altro, opportunamente lumeggiati con grigio medio , grigio azzurro e deck tan, ombreggiati con verde nero o una leggera aggiunta di nero ai due colori base,dati estremamente diluiti,quasi "acqua sporca". Ma non fatevi trarre in inganno, ad asciugatura avvenuta l'effetto ombreggiato si vede davvero. Notare sul braccio sinistro dei due soldati l' aquila e la tipica fascetta divisionale che le SS potavano.

Per armi e ed equipaggiamento ho utilizzato la solita tecnica e i medesimi colori gia' descritti in altre occasioni.

Infine per quanto riguarda i pantaloni mimetici ho scelto di riprodurre due disegni molto differenti e cromaticamente contrastanti.

Il figurino con stivali e' stato raffigurato con mimetica autunnale a disegno tipo "foglie di quercia"; la mimetica in questione e' a tre toni: un grigio medio leggermente rossastro quale fondo, punteggiatura marrone scuro e chiaro, larghe zone di arancio in diverse screziature e tonalita' le ombre estreme sono state realizzate con una miscela terra e terra oscura molto diluiti, le poche luci aggiungendo pochissimo bianco all' arancio marrone utilizzato per schiarire.

L'altra mimetica e' detta Peas 44 tipica dell'ultimo periodo del conflitto: su fondo ocra chiaro o kaki drab venivano stampate larghe macchie verde chiaro penicillina, verde nero e marrone scuro che, anche in relazione al tessuto utilizzato assumevano sfumature assai diverse. Non e' quindi difficile notare, per esempio, mimetiche con predominanza ocra e altre caratterizzate da una tinta rosata quasi color salmone; strano, ma vero. Qui ho insistito solo sulle ombre piu' profonde visto il tipo di mimetica.

Gli elmetti, molto usurati, li ho dipinti come fossero stati imbiancati in modo grossolano con vernice lavabile, un sistema abbastanza usuale e semplice utilizzato in prima linea.

Per ultimo, la riproduzione del terreno: ho voluto rappresentare un terreno fangoso e parzialmente innevato e, come sempre, mi sono avvalso del composto di pietra pomice in base acrilica della Pebeo, simile a quello prodotto da Vallejo,opportunamente colorato per rendere l'effetto di strada sterrata fangosa; poi con le microsfere miscelate a colla vinilica ho ricreato sul bordo della strada e sul cartello indicatore l'effetto neve residua e sporca. I cartelli stradali provengono da set Tamiya e VP.