Sottufficiale dei Cosacchi del Don al servizio della Wermacht

Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra
Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra Visualizza personaggio su nuova finestra  

Sottufficiale dei Cosacchi del Don al servizio della Wermacht

Ditta SOLDATI scala 1/35

 

Il figurino, in resina color crema prodotto dalla ditta Soldati Model, ha ricevuto una mano di grigio acrilico Vallejo 836, poi ho iniziato la pittura dell' uniforme,chiaramente ispirata a quelle tedesche, conservando particolari che comunque ne caratterizzano la foggia.

Il piu' evidente e' il cosiddetto Bashlyk , che veniva indossato sopra la giacca e che poteva variare a seconda della provenienza dei cosacchi: rosso come nella mia riproduzione per i cosacchi del Don, blu per quelli siberiani, nero per quelli del Kuban. Le variazioni di foggia erano comunque all' ordine del giorno ed esisteva pure una versione da campagna in tessuto grigioverde con trame e rifiniture del colore appropriato.

Per riprodurlo ho utilizzato alcuni rossi, Rosso base 70926 Vallejo, schiarito progressivamente con rosso carminio 908 V, lumeggiato con vermiglione e ultime luci aggiungendo color carne dorada 845V al vermiglione.

Altri particolari sono il copricapo kubanka con la parte superiore rossa e croce centrale bianca e la grande sciabola detta shashka .

La giacca e di colore e foggia identica a quella in uso nell'esercito tedesco, modello 1936. La tinta base e' costituita una mescola di german uniform 920 per il 70%, addizionata a grigio pietra 884.

Per schiarire ho lavorato con miscele molto diluite e diverse velature,aumentando prima la quantita' di grigio pietra, poi aggiungendo il marron cubierta 986, arrivando a darlo quasi puro nelle ultime luci. Per le ombre mi sono avvalso della tinta base a cui ho aggiunto german uniform, verde russo 884 e infine nero estremamente diluito Le mostrine sono rosse,bordate di bianco con al centro riprodotte due lance incrociate, mostrine comuni a tutti i reggimenti cosacchi; le spalline sono nere, bordate del solito rosso con due galloni bianchi nel caso del sergente maggiore che ho voluto rappresentare. Sul braccio sinistro compare uno scudetto nero e triangoli rossi sovrapposti.

I pantaloni sono di un blu scuro realizzato con blu di Prussia 965 ,verde russo e grigio azzurro 943, lumeggiando con il colore leggermente schiarito con carne dorata e ricreando le ombre con l'aggiunta di una punta di nero. Con la stesso rosso creato per il Bashlyk ho dipinto le linee che profilano i pantaloni. Gli stivali sono stati dipinti con una miscela di terra d'ombra bruciata 70941 e marrone cuoio 871, ho poi effettuato un lavaggio con nero puro, attendendo che asciugasse;poi ho ripreso le luci prima con la tinta base, poi schiarendo con cuoio rosso 818.

Il cinturone e' stato realizzato con diversi toni di ocra , marron basico e trasparente satinato, mentre la cinghia della sciabola con una miscela di marron cuoio e nero, schiarita con grigio 836 per le luci.


L' incarnato

Invece di utilizzare le mie solite tinte Vallejo, mi sono voluto affidare al set Andrea "Flesh Paint Set" per dipingere i volti, che opportunamente adattato alle proprie esperienze, esigenze e gusti, ho trovato utile e ben assortito nelle 6 tinte presentate. Inoltre la confezione propone, anche per i meno pratici, una semplice guida passo dopo passo, che sicuramente può aiutare neofiti e non per pianificare questa pittura, croce e delizia di ogni figurinista che sa , quanto dipenda la riuscita generale, da un volto ben realizzato ed espressivo.

Pur variando la composizione indico brevemente come procedo, sottolineando che le tinte vanno date estremamente diluite e che sono i diversi passaggi e le tinte di raccordo a determinare i contrasti morbidi e marcati allo stesso tempo. Come fondo utilizzo la tinta 2 scurita con un lavaggio di terra opaca; eseguo poi un lavaggio selettivo con terra d’ombra bruciata dove abbiamo le ombre più scure:contorno occhi, sotto il labbro e sotto le narici; a questo punto inizio la lumeggiatura riprendendo le zone in con al tinta 2 pian piano schiarita con carne basica 1, poi restringendo la zona d’intervento aggiungo prima carne dorada presente nel set con il numero3, poi carne chiara n 4 per le ultime luci. Per gli scuri opero con le tinte presenti nel set, e per riprodurre l’effetto gote rosse utilizzo marrone mogano 846, cuoio rosso e una punta di carminio Vallejo.

L’effetto barba si ottiene con grigio scuro e una punta di carne basica, praticamente acqua tinta, passata alcune volte. La parte inferiore del volto ha avuto un ulteriore lavaggio di terra d’ombra e viola 960V. Il figurino è stato posto su una basetta , dimensioni 5x5, prodotta dalla ditta specializzata Giancarlo Tiboldo; il terreno è realizzato con "Pedra Pomez" di Vallejo, cosparsa di erbetta sintetica, sassolini e colorata poi nelle tinte opportune ad un contesto autunnale. Due segnali provenienti da un kit VP e un’altro dipinto a mano, applicati su un legnetto di balsa opportunamente dipinto,hanno creato la piccola ambientazione per il nostro cosacco.

Bibliografia

Osprey 147 Foreign Volunteers Wehrmacht